DISCORSO SULLA COSTITUZIONE INVISIBILE DELL’UOMO

Lunedì 26 Giugno alle ore 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner un incontro di approfondimento ad ingresso libero sulla costituzione invisibile dell’uomo e della donna.

L’uomo è formato da un insieme di elementi che ne fanno una struttura complessa in parte visibile e in parte invisibile.

Vi sarete accorti che ci sono funzioni che svolgiamo in automatico, senza partecipazione a volte guidiamo e ci ritroviamo a destinazione senza accorgerci di come ci siamo arrivati, altre volte pur essendo stanchi riusciamo a lavorare ugualmente, soprattutto se è un lavoro ripetitivo. L’abitudine porta a compiere delle azioni automaticamente, senza accorgersene, perché i corpi hanno una memoria e una coscienza elementale.

Nella nostra costituzione abbiamo una sorta di “condensatore” di tutte le tendenze memorizzate nelle coscienze dei corpi, pronto a riproporcele.

Un pensiero accompagnato da un’emozione (amore, odio, collera) provoca un processo meditativo involontario continuato che crea una carica, una forza che plasma i nostri corpi sottili  inducendo una certa tendenza; più si asseconda, più si nutre questo aspetto e più la tendenza crescerà, per questo si dice che si diventa ciò che si pensa.

Purtroppo molti, sotto questa pressione, sentono il bisogno di compiere atti che non vogliono, oppure si comportano da paranoici, si sentono malati, agitati senza saperne il perché. Fondamentale è cominciare a conoscere come siamo costituiti per porre rimedio.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

paranoia

IL MONDO DELLE EMOZIONI

Lunedì 19 Giugno alle ore 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner un incontro di approfondimento ad ingresso libero sul mondo delle emozioni.

Cos’è un emozione? Ne siamo apparentemente tutti super esperti, provandole costantemente, mentre lo siamo assai meno per quanto riguarda il dominio di queste stesse emozioni che nella maggior parte dei casi subiamo suscitate spesso da fattori esterni a noi.

Un desiderio a volte è talmente forte da far muovere la nostra volontà; tanto forte da farci prendere molte iniziative della nostra vita, è tanto forte da farci perdere talvolta la bussola, da non riuscire a controllare le nostre azioni sotto l’impulso di un turbine di emozioni.

Sembra proprio che tutto ci influenzi e che subiamo passivamente ogni situazione, per questo stasera approfondiremo il mondo delle emozioni, per prendere coscienza di profondi e significativi processi che avvengono dentro di noi, che a volte danno un carattere decisivo a tutta la nostra esistenza.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

POLY-HEART

LA COSTITUZIONE INVISIBILE DELL’UOMO E DELL’UNIVERSO

Lunedì 12 Giugno alle ore 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner un incontro di approfondimento ad ingresso libero sulla costituzione invisibile dell’uomo e dell’universo.

Le forze e le leggi che muovono il cosmo e l’intima struttura psicobiofisica e spirituale di ogni persona sfuggono all’indagine dell’occhio fisico e capire come è strutturato l’uomo e l’universo necessita di mettere armonicamente insieme tante notizie per avere una visione completa.

L’universo è fatto come l’uomo, cioè così come l’uomo è composto di corpo fisico, di materia energetica e poi anche di anima e di spirito, così l’universo è fatto di masse gravitazionali, di un corpo chiamiamolo materiale e di una parte spirituale, per questo si parla a volte di microcosmo e macrocosmo: ogni uomo è una parte del macrocosmo con il quale è in intima correlazione.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

Microcosmo-e-Macrocosmo-01

I TEMPLARI NAVIGATORI

Lunedì 5 Giugno alle 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner la conferenza: “I Templari navigatori” a cura della Dott. Paolo Santin, quinto incontro del ciclo “Dentro una grande epoca”.

Parlare dei grandi navigatori, dei loro grandi viaggi e delle relative scoperte geografiche è molto importante in quanto questi hanno cambiato la storia e la società in cui tutti viviamo.

I grandi viaggi sono inquadrati in un preciso arco di tempo che va dalla seconda metà del Quattrocento ai primi decenni del Cinquecento ricordato come “l’età delle scoperte geografiche”, in questo periodo possiamo vedere in tutta Europa un’aria di cambiamento sancita con il passaggio dal Medioevo al Rinascimento.

Studiare ed analizzare i fatti relativi ai grandi navigatori è molto interessante soprattutto in relazione ad un preciso e profondo aspetto cioè andare a vedere dov’è l’origine di questo periodo e come questa viene protetta da un sottile velo di silenzio nella storia. Origine che ha radici molto antiche insite nella storia del Portogallo, dei suoi rapporti prima con i Cavalieri dell’Ordine del Tempio e dopo con i Cavalieri dell’Ordine di Cristo fino a culminare in un grande personaggio l’Infante Henrique o Navegador.

 INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

Templari-Navigatori

LA CAVELLERIA SPIRITUALE TRA ORIENTE ED OCCIDENTE

Lunedì 29 Maggio alle 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner la conferenza ad ingresso libero: “La Cavalleria Spirituale tra Oriente ed Occidente” a cura del Dott. Paolo Santin, quarto incontro del ciclo “Dentro una grande epoca”.

Esiste un tratto che accomuna le varie cavallerie d’Oriente ed Occidente? Che relazione intercorre tra la cavalleria ed il Mistero del Santo Graal?
Durante questo incontro cercheremo di rispondere a queste domande e faremo un viaggio attraverso le principali civiltà dall’oriente all’occidente per analizzare le antiche origini della cavalleria e se in queste vi siano dei medesimi ideali e princìpi ordinatori facenti riferimento ad un’origine spirituale.
Vedremo che entrare a far parte della cavalleria non aveva necessariamente un carattere di ereditarietà in quanto per divenire cavaliere era necessaria la “virtus”, cioè l’aver dato prova di precise caratteristiche morali e spirituali facenti riferimento ad uno slancio d’amore e di superamento di se stessi per l’ideale.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

La-cavalleria-spirituale-tra-oriente-ed-occidente

IL MITO DEL SANTO GRAAL

Lunedì 22 Maggio alle 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner la conferenza: “Il Mito del Santo Graal, da Atlantide ai nostri giorni” a cura della Dott.ssa Benedetta Maroni.

Capire cosa si cela dietro al mito del Graal può dare la chiave realizzativa tanto cercata dall’uomo moderno.
Dai tempi più remoti fino ad oggi un racconto mitico ha accompagnato l’umanità: quello del Santo Graal. Si tramanda da sempre che il Graal sia l’oggetto di una ricerca ardita e dal carattere eroico che ha infiammato l’animo sia di cavalieri che di navigatori. Ma precisamente cosa ricercavano? C’è chi dice un Calice fatto d’oro o di altro materiale misterioso contenente una bevanda di Vita immortale; chi invece sostiene l’identità del Graal con una pietra, uno smeraldo caduto dal Cielo; infine c’è chi vi scorge una Tradizione Sapienziale di vecchia data, perduta o nascosta di epoca in epoca e custodita da Iniziati e guerrieri-sacerdoti.
Di ipotesi ne sono state fatte molte e ancora oggi, dopo millenni di studi, indagini e comparazioni, ci si chiede che cosa sia il Santo Graal, scopo dell’incontro è additare quale realtà è custodita da quel mito antico che accompagna l’uomo dai tempi di Atlantide fino ai giorni nostri.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

GRAAL MSGsenzascritte

DENTRO UNA GRANDE EPOCA

Lunedì 8 Maggio alle 21,15 si terrà a Palazzo Pfanner la conferenza: “Una Battaglia Spirituale” a cura del Dott.Massimiliano Galastri, primo di 5 incontri ad ingresso libero che vogliono introdurre di volta in volta gli argomenti trattati nella commedia musicale “Atlantico“, in scena Domenica 21 Maggio al Teatro Civico di La Spezia.
 
Il XV secolo fu un periodo di cambiamenti e innovazioni in tanti settori, dalle arti alle scienze, dalla politica con i suoi intrighi e le sue guerre di potere, alla religione con l’espressione dei suoi alti ideali. Un secolo di fermento, avventure e personaggi coraggiosi e lungimiranti quando molti credevano ancora che la terra fosse piatta e non sapevano se esistesse qualcosa oltre l’orizzonte.
 
“Là dove la terra finisce e il mare comincia“, ovvero all’estrema punta sud ovest del Portogallo, in una piccola cittadina di mare, si sviluppò una scuola di pensiero e di misticismo multietnica sotto la guida dell’Infante Dom Henrique, che riuscì qui nel suo progetto: costruire nuove imbarcazioni, più agili e più forti, preparare capaci navigatori e spingersi alla conquista di terre sconosciute.
 
Le nuove imbarcazioni si chiamarono CARAVELLE. In pochi anni permisero ai coraggiosi esploratori di regalare al mondo la geografia terrestre che oggi conosciamo. La concezione del mondo cambiò: circumnavigarono l’Africa, fu scoperta l’America e arrivarono fino al Giappone ed all’Australia.
 
Enrico il Navigatore, come lo conosciamo noi Italiani, era Gran Maestro dell’Ordine dei Cavalieri di Cristo, gli eredi spirituali e materiali dei Templari ormai dispersi. Anzi, a dire il vero, erano proprio Templari perché il Re del Portogallo con una mossa assai ingegnosa riuscì a sottrarre uomini e ricchezze dalle mani del Re di Francia solo cambiando il nome all’Ordine cavalleresco militare più famoso e venerato nel medio evo. Formò lui stesso i Cavalieri di Cristo e ne fece membri attivi tutti i Templari che in quel momento si trovavano in Portogallo e tutti quelli che in seguito vi si rifugiarono, evitando per loro sia il processo, sia la condanna che la perdita di ogni possedimento. Forte di questa eredità e di beni economici propri, l’Infante Dom Henrique fondò la Scuola di Sagres, finanziò le spedizioni marittime e divenne uno dei propulsori di questa Grande Epoca!
 
INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com
 
ATLANTICO: domenica 21 Maggio ore 17.00 al Teatro Civico di La Spezia. Biglietti in prenotazione direttamente telefonando al Teatro Civico: 0187 757075 oppure sul sito:
Locandina-Dentro-una-grande-Epoca-Mar2017
Atlantico La Spezia_2017