OLTRE LA MEDIANITA’

Lunedì 27 Febbraio alle ore 21,15 nell’ambito del ciclo: “Indagini Extrasensoriali”, si terrà a Palazzo Pfanner una conferenza ad ingresso libero dal titolo: “Oltre la Medianità”.

Nell’antichità la comunicazione medianica era conosciuta e praticata da medium quali Oracoli, Pizie e Sacerdoti che traevano auspici e comunicazioni con l’Ade attraverso svariate tecniche.

Nel 1800 sorsero migliaia di centri spiritici in molti paesi del mondo, dando vita a quella che divenne la dottrina spiritista e non era raro il caso di sedute spiritiche fatte a casa di amici per semplice divertimento o curiosità.
Generalmente chi dirige è un medium che in uno stato alterato di semi-coscienza si fa canale di entità disincarnate e istruisce i presenti fornendo delle risposte in merito alle domande formulate.
Partecipare o anche semplicemente assistere a queste sedute è stato appurato che può recare danni molto gravi alla salute psicofisica.

Nella storia vediamo anche altri personaggi capaci di farsi strumento di comunicazioni da altri piani di esistenza quali i Profeti descritti nelle sacre scritture. Essi hanno una medianità non comune che possiamo definire Ultrafanica, ovvero sono in grado di predisporsi per una comunicazione in piena coscienza con Spiriti di alta perfezione, che conosciamo sotto i termini di Angeli, Arcangeli e Spiriti di Sapienza.
Questo tipo di medianità è possibile e sperimentabile con gli opportuni studi ed allenamenti, nel rispetto della salute psicofisica di chi si accinge a tale pratica.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com
oltre-la-medianita01

LA FACOLTA’ MEDIANICA

Lunedì 23 Marzo ore 21,15 a Palazzo Pfanner in via degli Asili 33 si terrà una conferenza ad ingresso libero sulla possibilità o meno di avere contatti con l’aldilà.

Quando si parla di medium e di fenomeni medianici, viene in mente una persona dotata della facoltà di ricevere, come fosse una radio i messaggi di un mondo precluso ai sensi ordinari, che arrivano da entità disincarnate. Esiste la reale possibilità per l’uomo di comunicare con il mondo dell’aldilà?

La medianità comune, la così detta pratica dello spiritismo, dove il medium è uno strumento passivo poco o niente autocontrollato non è mai consigliabile per i rischi che comporta.

La medianità della quale intendiamo parlare è ben diversa da quella comunemente intesa, è la medianità ultrafanica che conduce al profetismo ed al contatto con spiriti di elevata perfezione.

Il vocabolo “profeta” significa “parlare a nome di un altro”, era il “votato a Dio”; oltre ai profeti di vocazione, i cui scritti furono inseriti nel canone dei libri sacri degli Ebrei e della Chiesa Cristiana, sono esistiti anche i profeti volontari, organizzati ai tempi di Samuele nelle scuole dei profeti, una forma di un monachesimo con esercizi e pratiche di tipo yoga.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

Visioni-dellaldila-Bosch