CORSO DI MEDITAZIONE

La meditazione, cioè l’attenzione prolungata modifica, trasforma l’intima essenza di noi in base al principio: « quel che un uomo pensa diviene ».
Cos’è la meditazione? La risposta è semplice: la concentrazione prolungata diventa meditazione. In altri termini, la meditazione è lo sviluppo della concentrazione. La meditazione è un flusso continuo del pensiero verso un organo fisico, un centro di forza, un simbolo, Dio. Dipende da quale soggetto di meditazione sia stato scelto, e il risultato che si vuole ottenere.

Il Corso di Meditazione è strutturato con la finalità di far acquisire ai partecipanti le caratteristiche minime fondamentali per eseguire una buona e corretta meditazione sul Simbolo.
Ogni idea che nasce nella nostra mente non è mai priva di forma, consistenza geometrica, immagine. Noi siamo obbligati dal meccanismo neuro-psichico a pensare ed esprimere ciò che pensiamo, con dei simboli.
Tutto quanto circonda l’uomo è una costellazione di simboli, nessuno può pensare, parlare, scrivere o leggere se non usa dei simboli, le lettere dell’alfabeto ed i numeri con i quali esprimiamo la nostra lingua ed i calcoli matematici sono dei simboli.
La scienza dei simboli si fonda sulle corrispondenze che esistono fra i diversi ordini di realtà: la naturale e la soprannaturale. Questa analogia poggia su quella che collega il microcosmo al macrocosmo.

La sostanza mentale ha la capacità di mutare vibrazione. Se uno concentra la mente su un determinato obiettivo, pian piano si modella su quell’obiettivo, vi assomiglia. La mente ha la capacità di assimilare, di diventare un tutt’uno con l’oggetto della meditazione.
La meditazione riesce quando c’è immersione totale, quando non si distingue più il meditante dall’oggetto meditato.
Il simbolo dopo averlo contemplato a lungo, mette in contatto con il suo significato segreto. La conferma che questo connubio è avvenuto si ha nel veder sorgere attitudini, qualità e Sapienza in noi proprie di quel simbolo che prima non c’erano.

L’obiettivo del corso è di permettere ai partecipanti di procedere gradualmente con gli esercizi nei 3 mesi di durata nelle fasi di Astrazione, Concentrazione, Attenzione,Visualizzazione dell’oggetto e ragionamento logico-fulmineo su di esso, estensione dei concetti passando dallo specifico al generale (Meditazione I fase), tendere verso ciò che si trova dietro alla forma (Meditazione II fase), trasferirsi dalla forma alla vita stessa identificandosi all’idea acquisendone attributi e qualità. (Meditazione III fase)

PRESENTAZIONE CORSO: Lunedì 20 Marzo ore 21,15 a Palazzo Pfanner in via degli Asili 33

INIZIO CORSO: Mercoledì 22 Marzo ore 18,30 a Palazzo Pfanner in via degli Asili 33

INFO & ISCRIZIONI: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

corso-meditazione-2015-fb

Annunci

CORSO DI MEDITAZIONE 2° livello

Mercoledì 22 Febbraio ore 21 comincia il CORSO DI MEDITAZIONE 2° LIVELLO riservato ESCLUSIVAMENTE a chi ha già frequentato il Corso di Avviamento alla Meditazione.

Secondo la tradizione indiana e dell’Asia minore, esiste un occhio spirituale detto Centro frontale, localizzabile tra i due occhi fisici, alla radice del naso. Per gli indiani si chiama “Ajna Chakra”.
Questo importantissimo Centro è il punto di partenza delle operazioni volitivee del comando per influenzare gli altri Centri e per concentrare la mente; è il centro della consapevolezza e delle facoltà mentali, presiede all’intuizione e alla visione intellettiva.
A cose normali non abbiamo padronanza della mente che va dietro ad ogni minima sollecitazione sensoriale oltre all’essere soggetta alla legge di associazione dei pensieri.
Quindi per unificare la mente intorno a un tema e distoglierla dagli altri pensieri è necessario uno sforzo di volontaria concentrazione in questo Centro.
Sviluppare il Centro frontale è importante perché è la base d’appoggio, per tutti gli esercizi di meditazione.
Oltre alla pratica chiariremo i concetti fondamentali per dare il minimum teorico per poter operare in modo corretto una meditazione sui Centri di forza secondo la tradizione occidentale.
Seguiremo il libro di testo di Tommaso Palamidessi: ”Tecniche di Risveglio Iniziatico” unitamente ad alcuni quaderni della collana Archeosofica per apprendere cosa siano i Centri di forza, quali siano le caratteristiche, quali i metodi di risveglio e successivamente di sviluppo.
 
INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com
meditazione-2-livello-2017

CORSO DI MEDITAZIONE

La meditazione, cioè l’attenzione prolungata modifica, trasforma l’intima essenza di noi in base al principio: « quel che un uomo pensa diviene ».
Cos’è la meditazione? La risposta è semplice: la concentrazione prolungata diventa meditazione. In altri termini, la meditazione è lo sviluppo della concentrazione. La meditazione è un flusso continuo del pensiero verso un organo fisico, un centro di forza, un simbolo, Dio. Dipende da quale soggetto di meditazione sia stato scelto, e il risultato che si vuole ottenere.

Il Corso di Meditazione è strutturato con la finalità di far acquisire ai partecipanti le caratteristiche minime fondamentali per eseguire una buona e corretta meditazione sul Simbolo.
Ogni idea che nasce nella nostra mente non è mai priva di forma, consistenza geometrica, immagine. Noi siamo obbligati dal meccanismo neuro-psichico a pensare ed esprimere ciò che pensiamo, con dei simboli.
Tutto quanto circonda l’uomo è una costellazione di simboli, nessuno può pensare, parlare, scrivere o leggere se non usa dei simboli, le lettere dell’alfabeto ed i numeri con i quali esprimiamo la nostra lingua ed i calcoli matematici sono dei simboli.
La scienza dei simboli si fonda sulle corrispondenze che esistono fra i diversi ordini di realtà: la naturale e la soprannaturale. Questa analogia poggia su quella che collega il microcosmo al macrocosmo.

La sostanza mentale ha la capacità di mutare vibrazione. Se uno concentra la mente su un determinato obiettivo, pian piano si modella su quell’obiettivo, vi assomiglia. La mente ha la capacità di assimilare, di diventare un tutt’uno con l’oggetto della meditazione.
La meditazione riesce quando c’è immersione totale, quando non si distingue più il meditante dall’oggetto meditato.
Il simbolo dopo averlo contemplato a lungo, mette in contatto con il suo significato segreto. La conferma che questo connubio è avvenuto si ha nel veder sorgere attitudini, qualità e Sapienza in noi proprie di quel simbolo che prima non c’erano.

L’obiettivo del corso è di permettere ai partecipanti di procedere gradualmente con gli esercizi nei 3 mesi di durata nelle fasi di Astrazione, Concentrazione, Attenzione,Visualizzazione dell’oggetto e ragionamento logico-fulmineo su di esso, estensione dei concetti passando dallo specifico al generale (Meditazione I fase), tendere verso ciò che si trova dietro alla forma (Meditazione II fase), trasferirsi dalla forma alla vita stessa identificandosi all’idea acquisendone attributi e qualità. (Meditazione III fase)

PRESENTAZIONE CORSO: Lunedì 3 Ottobre ore 21,15 a Palazzo Pfanner in via degli Asili 33

INIZIO CORSO: Mercoledì 12 Ottobre ore 18,30 a Palazzo Pfanner in via degli Asili 33

INFO & ISCRIZIONI: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

corso-meditazione-2015-fb

I CHAKRA

Si parla dei Chakra nei Veda 4000 anni fa, ma la dottrina dei Chakra è giunta in occidente attraverso la tradizione e la pratica dello Yoga.

Chakra è una parola usata per indicare strumenti dell’anima, organi sensoriali spirituali in corrispondenza a dei punti particolari del nostro corpo.

La tradizione orientale dedica ampio spazio al loro studio, ma tuttavia tale disciplina è presente anche presso la tradizione occidentale.  Ogni centro di forza è associato con una delle sette ghiangole endocrine e con un gruppo di nervi, detto plesso. Quindi, ogni Chakra può essere associato con specifiche parti del corpo e particolari funzioni fisiologiche, controllate dal plesso o dalla ghiandola endocrina associati ad esso.

Nell’ambito dell’incontro che si tiene Lunedì 8 Giugno alle ore 21,15 a Palazzo Pfanner, si affronterà la dottrina dei centri di forza in relazione alla costituzione dell’uomo e della donna.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

Loto-posizione-Chakra

L’ASCESI MISTICA

Nel secolo della tecnica e dello scetticismo per la metafisica, i mistici e le loro esperienze potrebbero sembrare argomenti destituiti di ogni interesse. Eppure, prima di gettar via nel dimenticatoio la scienza che mette a contatto l’anima dell’uomo con la Luce dell’Infinito, sarebbe interessante affrontare seriamente questa ricerca per veder quanto di buono e di utile vi sia. La mistica e la religione trattate con criterio scientifico sono dei temi sempre attuali.

La mistica può essere definita come la contemplazione della dimensione del sacro, e quindi esperienza diretta del Divino. E’ necessaria una preparazione, cioè l’ascesi, un allenamento che deve portare a disporre l’individuo a questo incontro, ad essere come permeabile e malleabile, disporre il proprio cuore intiepidito e inaridito al contatto col Divino. La Cardiognosi o conoscenza del cuore è uno degli aspetti dell’ascesi mistica che rende attuale il consiglio del Vangelo: “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima” (Mt,22:37)

Appuntamento Lunedì 18 Maggio alle ore 21,15 a Palazzo Pfanner. Ingresso libero.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com cuore disegno ferita sole raggiante rosso

ASCESI, LA BATTAGLIA SPIRITUALE

Lunedì 30 Marzo ore 21,15 a Palazzo Pfanner in via degli Asili 33 si terrà una conferenza ad ingresso libero sugli antichi e sempre attuali metodi che vanno a costituire la Scienza Ascetica.

San Paolo esortava a rivestirsi con la corazza della giustizia, tenere sempre in mano lo scudo della fede, prendere l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito. L’idea della battaglia spirituale nella tradizione Cristiana prende corpo dalle sue chiare parole. L’ascesi, termine di origine greca che significa “ginnastica”, è esercizio continuo, lotta per il perfezionamento interiore, instancabile allenamento che fa fiorire nell’uomo i cosiddetti “sensi spirituali”.

L’ascesi è un processo interiore di perfezione che permette di elevarsi verso le sublimi vette della spiritualità, e le ginnastiche – o ascesi – sono un insieme di tecniche mentali, sentimentali e fisiche tese ad  avvicinare la creatura al Creatore.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

The_Seventh_Angel_of_the_Apocalypse_Proclaiming_the_Reign_of_the_Lord_-_c._1180

CONFERENZA: LA SCIENZA DELLO SPIRITO, PRINCIPI DI METAFISICA SPERIMENTALE

Il prossimo Lunedì 23 Febbraio ore 21,15 l’Associazione Archeosofica propone un approfondimento ad ingresso libero cercando di mettere a fuoco un tema basilare per che è interessato alle tecniche di meditazione ed alle pratiche ascetiche: è possibile parlare di una scienza dello spirito, di una metafisica sperimentale? E quali sono gli strumenti con cui poter svolgere queste ricerche? Se domandiamo che cosa sia un essere umano nessuno sa rispondere esaurientemente, molto si conosce attraverso l’anatomia, la fisiologia e la psicologia, ma la sua essenza fondamentale è ancora avvolta nel mistero più impenetrabile.

Un tempo quando la scienza e la tecnologia non erano in grande sviluppo come oggi, la gente credeva, almeno in gran parte a ciò che i fondatori di religioni o i loro allievi dicevano di aver visto dell’aldilà. Se con qualche strumento speciale si potesse vedere al di là del muro di materia e sincerarsi di persona sulle realtà ultime, l’irrequietezza e la sfiducia cambierebbero impostazione… è possibile questo? Nel passato ed anche oggi abbiamo le testimonianze di persone accreditate che sostengono la presenza attorno a noi di un mondo visibile con gli strumenti adatti, ove vivono i defunti e numerose entità buone e perverse, invisibili alla vista ordinaria; un mondo di voci, suoni, colori, inesistenti fino a quando i poteri dello spirito rimangono inattivi.

La scienza ha spinto in avanti e in tutte le direzioni i suoi cercatori vittoriosi, ma l’uomo in quanto coscienza e mente è stato spiegato a sufficienza? Chi siamo? Perché viviamo? Dove andiamo? Da dove veniamo? Abbiamo un’anima che sopravvive alla dissoluzione del corpo o perisce con esso? Esiste, dopo la presente, un’altra vita? quale posto nel piano delle cose occupa la personalità umana? Per coloro che si pongono tutte queste domande, ma vogliono i fatti, noi proponiamo l’Archeosofia.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com Metodo-sperimentale02